“SCOMMESSA O CERTEZZA?”

Hai appena deciso di comprare un’auto usata da privato? Bene!

Non ti sentiresti più tranquillo se ricevessi una diagnosi qualificata sullo stato di salute della tua futura auto?

No, non si tratta di dare un’occhiata sotto il cofano come si faceva una volta, magari di notte con la pila. L’automobile viene letteralmente scannerizzata da cima a fondo e sottoposta ad una serie di ispezioni tecniche che rilasciano una diagnosi “scientifica”, non l’opinione personale di qualcuno.

CHECKUPzero, il servizio smart che prima non c’era.

Nuovo. Oggettivo. Indipendente.

Ecco 3 cose che devi sapere per essere in regola:

CHECKUPzero è il primo servizio in Italia a garantirti una batteria di test diagnostici strumentali effettuati da sofisticati macchinari che rilasciano una diagnosi oggettiva, non soggettiva come farebbe un meccanico (anche se di fiducia). Se l’essere umano si fida della propria impressione, la macchina elabora dati oggettivi, inconfutabili.

La nuova Normativa europea che è entrata in vigore dal 31 marzo 2019 (revisione dell’Art.80, comma 1 del C.d.S.) segna una svolta in materia di revisione dei veicoli vietando il conflitto d’interesse per gli addetti ai controlli, distinguendo tra i Centri di Revisione misti e quelli puri. I Centri di Revisione misti, essendo anche rivenditori di parti di ricambio, durante la revisione, hanno interesse a rilevare problemi per fare vendite extra, mentre i Centri di Controllo puri fanno solo la diagnosi.

NOVITA’ INTRODOTTE sulla REVISIONE AUTO, dalla NUOVO CCODICE DELLA STRADA in vigore dal 31 marzo 2019

La nuova direttiva europea (UE n.2014/45) impone regole più severe allo scopo di :

  • proteggere il consumatore da possibili frodi nell’acquisto di un’auto usata.
  • ridurre il più possibile l’incidenza degli incidenti mortali

Cosa cambia per il consumatore?

Con il recepimento della Normativa europea UE n.2014/45 il consumatore – per essere in regola – deve disporre di un certificato di revisione attestante l’idoneità della vettura alla circolazione.

L’ottenimento del certificato di revisione prevede l’annotazione dei kilometri effettivi ed una articolata griglia di controlli specifici.

Tutti i dati derivanti dall’esito dei controlli effettuati saranno registrati in automatico per via elettronica sul Portale dell’Automobilista (Ministero dei Trasporti).

I controlli diventano più rigidi: se scegli CHECKUPzero non ti trovi impreparato di fronte alle nuove normative vigenti.