fbpx

Autisti, corrieri e tassisti, sul piede di guerra contro le amministrazioni comunali, lanciano l’allarme sul rischio di ricevere multe ingiuste dal nuovo sistema di telecamere.

Bisogna starci attenti: i nuovi semafori intelligenti T-RED sono veri e propri occhi elettronici capaci di registrare tutte le nostre mosse di guidatori.

Si teme che, in particolari situazioni di traffico, soprattutto nelle ore di punta, quando è alto il rischio di rimanere in mezzo all’incrocio perché la fila al semaforo ha provocato un rallentamento, scatti in automatico la multa, anche se il guidatore – di fatto – non ha colpa.

 

Il T-RED, Infatti, non contempla eccezioni: segnala e multa in automatico tutti coloro che transitano con il semaforo rosso.

CI VORREBBE UN TIMER EXTRA

È stata presentata una richiesta al comune di Torino per valutare l’installazione di un contatore di secondi tra lo scattare del verde e lo scattare del rosso nei semafori gestiti da sistema T-Red.

Grazie a questa sorta di timer, i conducenti degli autobus potrebbero fermarsi in tempo quando verificano (sul timer) che mancano pochi secondi allo scattare del rosso, evitando così la multa.

Al momento, la soluzione dei contatori al semaforo sembra sia stata bocciata, però sono in corso nuovi tavoli tecnici che affrontano i potenziali problemi e scioglieranno i nodi della questione.

Si chiarirà inoltre se i verbali scatteranno in automatico o se gli operatori addetti al servizio analizzeranno le foto scattate e le diverse situazioni, soprattutto quelle dubbie, e se necessario valideranno le trasgressioni.

COSA SONO E COME FUNZIONANO I SEMAFORI T-RED?

È una novità già testata con successo in alcune città che metterà in guardia i trasgressori e incentiverà il rispetto delle regole per evitare, oltre agli incidenti, anche multe salate.

Seguici sulla nostra pagina Facebook per scoprire tutti gli incroci in cui saranno installati a Torino.

www.facebook.com/bluebuy

INFRAZIONI E MULTE

I semafori rileveranno automaticamente due tipi di infrazioni.

La prima riguarda il superamento della linea di arresto, senza impegnare l’incrocio.

Il sistema scatterà due foto in modo da riprendere mezzo e targa sia se supera soltanto la linea bianca di arresto, che quando si presume sia al centro dell’incrocio, avendo quindi “bruciato” il semaforo rosso.

Le due infrazioni non si cumulano. Almeno questo!

Chi supererà solo la linea di arresto senza passare l’incrocio con il rosso, si beccherà una multa di 41 euro, che si trasformeranno in 54,67 euro nel caso in cui l’infrazione avvenga di notte, ma non ci sarà la decurtazione dei punti della patente.

Chi, invece, attraverserà l’incrocio col rosso riceverà una multa di 163 euro se il fatto avviene di giorno, oppure di 200 euro se avviene nelle ore notturne.

Nel primo caso ci sarà anche la decurtazione di 6 punti dalla patente, che saliranno a 12 se alla guida risulterà un neopatentato.

Inoltre, se la stessa infrazione si ripete nell’arco di 24 mesi è prevista la sospensione della patente da uno a tre mesi.

Onde evitare polemiche, la presenza dei nuovi semafori T-Red sarà segnalata con chiarezza con cartelli stradali appositi.

Stateci attenti!

La misura vuole contrastare il problema dei furbetti-del-semaforo-rosso che, con le loro manovre azzardate, mettono a repentaglio sia la loro vita che quella di altre persone, spesso senza essere puniti in modo appropriato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *